Il Metodo

 
 


Lo Yoga Esperienziale “Metodo Dr. Bhole” è un sistema di educazione che lavora sull’individuo a diversi livelli: corpo, energia, mente e coscienza, con lo scopo di migliorare il proprio stato di benessere psico-fisico.  Questo approccio è adatto a tutti, aiuta a sviluppare un senso di rilassamento muscolare e mentale ed aumenta la conoscenza e la consapevolezza di Sè. Si tratta di un percorso educativo che può essere appreso sia  durante lezioni in gruppo che attraverso incontri individuali.



Uno degli aspetti più originali di questo metodo è il Check-up Yogico, un sistema che permette di verificare in modo dettagliato il tipo di Schema Respiratorio Individuale,  e la sua influenza sullo stato di salute e benessere dell'individuo.


Il Metodo si rivolge a persone di qualsiasi età (dai 6 anni in poi) ed è utilizzato sia come strumento di “auto-aiuto”, per coadiuvare il trattamento di disturbi psico-somatici che come guida nel percorso di conoscenza di Sè o “auto-realizzazione”.
La Neuroscienza sta studiando questi percorsi di ricerca interiore grazie al Dalai Lama e ai suoi monaci messi a disposizione della ricerca scientifica durante la pratica di meditazione.


L’efficacia dell’azione dello yoga deriva dall’ esperienza clinica attuata sia in Italia che in vari stati esteri, tra cui India, Inghilterra, Cecoslovacchia, Stati Uniti ed è convalidata da una ricerca bibliografica di articoli scientifici presenti su PubMed, una tra le più importanti banche dati biomedica internazionali.




Nello Yoga Esperienziale Metodo Dr Bhole la persona viene guidata ed educata a sviluppare sensazioni sottili provenienti dai diversi livelli del corpo, comprese le cavità viscerali interne. Questa sensibilità interiore attiva nuove connessioni, nuove vie nervose.

Durante la pratica yoga vengono così stimolati centri nervosi e aree a diverse altezze: a livello spinale, cerebrale e su, fino a livello della corteccia cerebrale.
Se pensiamo ai disturbi di salute cronici, in genere, riguardano gli organi interni e i centri di controllo nervoso che li regolano sono proprio a livello sotto corticale, da cui possiamo intuire l’importanza del lavoro dello Yoga Esperienziale.



Attraverso le pratiche si educa l’individuo a sperimentare se stesso, a prendere coscienza delle zone all'interno del corpo nelle quali potrebbero esserci degli squilibri o delle tensioni ed arrivare così anche ad una "auto-diagnosi" a cui segue la scelta di pratiche adatte a rimuovere la tensione.

Dopo aver fatto un lavoro sul piano fisico e funzionale, si passa ad interagire con piani più sottili dell’individuo: l’aspetto mentale , emozionale e comportamentale.
Obiettivo del percorso è di far esperimentare all’individuo uno stato di quiete interiore e di benessere a livello fisico, mentale, emozionale e del Sè.


Nel 1964-/65 è iniziata la prima seria ricerca sull'applicazione di tecniche yogiche in una particolare patologia , dimostrando l'efficacia delle tecniche yoga sull'asma bronchiale1. È iniziato così un lavoro di ricerca riguardante le possibili applicazioni terapeutiche dello Yoga che vede oggigiorno utilizzare tecniche di meditazione per la cura di problemi dovuti allo stress.


Alcuni dei campi di azione più comuni nel quale lo yoga esperienziale opera:


Disturbi da tensione muscolare (Dolori muscolari, lombalgia, ernia al disco cervicoalgia, la spondilite/spondilosi

    cervicale,  disturbi scoliotici )

Disturbi funzionali di natura psicosomatica spesso cronici, (Colite, stitichezza, rinite, sinusite, iperacidità gastrica, 

    emicrania, Cefalea, incontinenza urinaria da stress, ipertensione essenziale)

Disturbi di Ansia con attacchi di panico e Sindromi depressive lievi
Preparazione al parto
Riabilitazione dei pazienti cardiopatici post-infartuati



NOTE:

1 Treatment of Bronchial Asthma by Yogic Methods” - A Report by  Dr. M. V. Bhole - Yoga Mimamsa Vol IX N°3 
    “Yogic Treatment of Bronchial Asthma”  A Medical Report (Dr. J. M. Bhagwat,   Dr. A. M. Soman, Dr. M. V. Bhole) Yoga    

     Mimamsa Vol XX  N°3